ORSO POLARE

Nome Scientifico: Ursus maritimus.

Habitat Naturale: Predominantemente nelle regioni artiche che circondano l’Oceano Artico, tra cui il Polo Nord, il Canada settentrionale, la Groenlandia, la Russia e alcune aree della Norvegia.

Dieta: Carnivoro; l’orso polare si nutre principalmente di foche, in particolare di foche anellate e foche barbate. Può anche mangiare carcasse di balene, uccelli marini, pesci e, occasionalmente, vegetazione.

Caratteristiche Fisiche: Il mantello è di un bianco sporco e il pelo è trasparente, ma appare bianco a causa della riflessione della luce. La pelle sotto il pelo è nera.

Adattamenti al Freddo: Strato di grasso spesso fino a 10 cm per isolamento, narici che possono chiudersi per nuotare sott’acqua.

Comportamento: Solitario, tranne durante la stagione dell’accoppiamento e quando le madri si prendono cura dei loro cuccioli.

Riproduzione: La gestazione dura circa 8 mesi, e di solito nascono 1-3 cuccioli.

Status di Conservazione: Vulnerabile; minacciato dal cambiamento climatico e dalla riduzione del ghiaccio marino, il loro habitat naturale.

Importanza Ecologica: Predatore al vertice, svolge un ruolo cruciale nell’ecosistema artico.

Curiosità: Gli orsi polari sono eccellenti nuotatori e possono nuotare per chilometri senza sosta.